Armani bandisce la lana d’angora dalle collezioni il prossimo inverno

Il Gruppo Armani ha annunciato mercoledì che non utilizzerà più la lana d’angora, a partire dalla sua collezione autunno inverno 2022-23, aggiungendo questa lana all’elenco dei materiali esclusi dalla sua politica anti-pelliccia.

La casa di moda italiana sta seguendo l’esempio dei marchi che hanno bandito questa lana morbidissima, che viene rimossa dai conigli vivi, sotto la pressione di organizzazioni per i diritti degli animali e consumatori con una forte consapevolezza ambientale.

Il mese scorso, PETA ha annunciato che la piattaforma di e-commerce di lusso Farfetch avrebbe smesso di vendere lana d’angora da aprile 2022.

L’organizzazione si batte da anni per vietare questo materiale, che viene prodotto principalmente in Cina, spiegando la tecnica utilizzata per rimuovere i peli dai conigli.

La decisione di Armani segna un altro passo verso la sostenibilità, avendo bandito le pellicce nel 2016 e firmato il “Fashion Pact” nel 2019 insieme ad altri grandi attori del settore della moda per affrontare i cambiamenti climatici, ha affermato la società in un annuncio.

Fonte: -ΜΠΕ

Segui Skai.gr su Google News
ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.